“Credo nel barone Pierre e nella sua utopia, nella poesia ritmica di Paavo, nella divina Fanny. Come Sir Roger, credo che non esiste una barriera invalicabile; credo in Abebe tra le ombre della sera, nel cuore e nell'anima di Tommie Jet, nell'allegria ambidestra di Aki, nel lampo di Miruts e Kenenisa; credo nella santità di Pietro Paolo, nel silenzio di Gelindo, credo nel vento e nei suoi figli, si chiamino Oskar, Carl o Wilma, purché sia un'unica luce...quella della fiamma olimpica.” Mario Sibilla

Contatti

A.S.D. Polisportiva Forte Gonzaga Messina


Per qualunque informazione, corsa senza impegno, discussione amichevole....ci trovate ogni lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 19 al Campo di Atletica "Cappucini". Cercate il borsone blu sul numero 1 della prima corsia (vicino agli spogliatoi maschili).

1 commento:

  1. Lillo De Lorenzo20 novembre 2012 06:45

    Caro Sibilla,
    dall'alto della mia età e da una certa esperienza in corse di resistenza quale è la maratona, permettimi di farti una osservazione:
    la maratona è una corsa diversa dalle altre gare + brevi. Nella preparazione di una maratona il fondo è importante tanto quanto la testa e sicuramente non basta un lungo per trasmettere alla testa il concetto di resistenza alla fatica prolungata e alle gambe la solidità muscolare dei 42.195. Qualche allenamento in più è necessario. Questa esperienza di Palermo dei nostri amici atleti ti deve (come sicuramente hai già fatto) far riflettere che nella corsa non si può improvvisare nulla, almenochè non si partecipa per turismo come giustamente dici tu.
    Permettimi, infine, di ringraziare te e i tuoi atleti che mi consentite di stare nel vostro gruppo pur non essendo socio.
    Ti saluto da Amico e ti stimo come allenatore (anche se non sempre siamo d'accordo).
    Lillo.
    PS. non pubblicare questo mio scritto.

    RispondiElimina